Posso cambiare itinerario una volta arrivato?

Si, una volta a Kathmandu, potremmo discutere di varie alternative, che includono Tibet, Sikkim e Bhutan oltre ad itinerari poco battuti in varie zone del Nepal.


E’ obbligatorio avere una guida?

No. Il Nepal e’ in paese relativamente sicuro dal punto di vista di aggressioni a danno di turisti, ma e’ estremamente impegnativo dal punto di vista ambientale in quanto sentieri poco battuti possono ingannare anche i piu’ esperti. La facilita’ di potersi appoggiare ad una guida ti permettera’ di gustarti il percorso e le esperienze che ti aspettano. Inoltre, come per la nostra filosofia e missione, le guide che lavorano con noi sono personale locale, punto decisivo per incidere sul benessere delle comunita’ locali e su scambi culturali genuini. La guida diventa anche una figura mediatrice tra due culture per comprendere appieno l’esperienza.


Com’e’ la situazione sanitaria per intraprendere un viaggio?

Consigliamo vivamente di dotarsi di un’assicurazione sanitaria anche per situazioni di richiesta di interventi di eli-soccorso, in quanto molto costoso in Nepal. Ci sono strutture sanitarie adeguate ma includere il trasferimento aereo nel proprio paese in caso di incidente o malattia e’ l’opzione migliore.